Posts

Vetri Monolitici

I vetri monolitici

I vetri monolitici più comunemente denominati Float, sono vetri trasparenti introdotti nel mercato alla fine degli anni Cinquanta. Il processo produttivo del vetro float, dal verbo inglese “to float” che significa galleggiare, avviene per flottazione. Il vetro fuso viene fatto galleggiare in un bagno di stagno liquido in modo che si formi la lastra di vetro. Poi viene raffreddato in condizioni controllate per eliminare qualsiasi tensione interna. Questa lavorazione permette di ottenere vetri monolitici dalle facciate piane e parallele e da un colore trasparente. I vetri monolitici sono così  la risultante dalla solidificazione progressiva di una miscela omogenea in fusione, formata principalmente da SILICE, SODA, CALCE. Il vetro float esiste in spessori che vanno da 3mm a 19mm ed è il vetro di base utilizzato in tutte le successive operazioni di trasformazione del vetro.

Sui vetri monolitici  eseguiamo vari tipi di lavorazione, come nel caso del vetro temprato ottenuto tramite uno specifico trattamento termico. In questo caso il vetro float viene riscaldato fino a 600 gradi e quindi raffreddato rapidamente per poi essere sottoposto a uno stato di compressione in modo da aumentarne il livello di resistenza meccanica e di resistenza agli urti. Il vetro temprato può essere considerato un vetro di sicurezza in quanto, grazie al processo di tempra, in caso di rottura  si frantuma in tanti piccoli pezzi, limitando così il rischio di ferite. Questo tipo di vetro risulta particolarmente indicato nell’arredamento, soprattutto in soluzioni di sagome, incastri e fori, che ad un semplice float non garantirebbero la sicurezza. Ne è fatto largo uso per la realizzazione di box doccia in vetro temperato.

Il vetro float è la matrice di molte altre tipologie di vetro, quali vetrata isolante, vetro stratificato, vetro smaltato, vetro serigrafato, vetro sabbiato, vetro satinato, vetro curvo e altre ancora.

I vetri monolitici trovano nell’arredamento il loro impiego principale , sia per complementi d’arredo che per vetrate esterne e interne.

Pages

Vetri Stratificati

Vetri Stratificati

Il vetro stratificato è realizzato unendo due lastre di vetro ad un foglio plastico di polivinilbutirrale (PVB).

Questo tipo di vetro è normalmente impiegato dove può verificarsi il rischio di impatto con persone. In caso di rottura della lastra, le dimensioni dell’apertura si limitano al punto di impatto in quanto l’intercalare in PVB impedisce il distacco di pericolosi frammenti taglienti.

Il vetro stratificato è utilizzato per molte comuni applicazioni, quali vetrine di negozi  e zone parapetto delle vetrate interne ed esterne.

Maggiori informazioni »

Alcune realizzazioni

Per avere maggiori informazioni o per richiedere un preventivo personalizzato.