Posts

Vetri per arredamento

I vetri per l’arredamento

L’arredamento in vetro con le eccellenti caratteristiche che donano una apparenza brillante, elegante e trasparente  è il materiale più utilizzato nell’ interior design. Questo perché è quello che si coniuga meglio con le attuali tendenze dell’arredo ed offre sempre soluzioni raffinate ed eleganti che diffondono spazio e luminosità all’ambiente rendendolo unico e versatile.

L’arredamento in vetro può essere impiegato per rendere eleganti superfici di uso quotidiano come il piano di un tavolo o di uno scrittoio. L’interior design richiede sempre più elementi in vetro trasparente o colorato per valorizzare ogni ambiente della casa. Ante in vetro nei mobili da cucina danno un senso di modernità. Dell’arredamento in vetro fanno parte anche lavelli e vasche da inserire in bagni raffinati e moderni. Usati in modo creativo i vetri per arredamento sono in grado di tramutare la casa più angusta in uno spazio in cui è un piacere vivere.

Proponiamo un’ ampia gamma di vetri per arredamento stratificati e monolitici, che vengono impiegati sia per di abitazioni civili che per edifici commerciali e simili, in osservanza sempre e comunque delle garanzie di sicurezza. Nell’interior design i vetri vengono usati come complemento e ornamento nell’edilizia per arredare gli ambienti, con gradini e ringhiere in vetro per scale e piani calpestabili, parapetti e porte in vetro per interni. L’uso strutturale del vetro richiede, in ogni caso, il parere di un architetto d’interni per valutare le dimensioni, lo spessore e la tipologia più idonei.

Vetri Basso Emissivi

I vetri basso emissivi

I vetri basso emissivi sono vetri a isolamento termico concepiti per limitare la dispersione termica dall’interno degli edifici. Il vetro basso emissivo è la risultante di deposito o “coating”  di uno strato di ossidi metallici sul vetro, con uno speciale processo di lavorazione che aiuta a diminuire le perdite di calore tramite un miglioramento delle prestazioni otticoenergetiche delle vetrate esterne. I vetri basso emissivi migliorano così l’efficienza energetica degli edifici e diminuiscono sensibilmente le spese di riscaldamento a favore del confort nei mesi invernali. Questi vetri oltre a ridurre gli scambi termici con l’ambiente esterno, garantiscono il passaggio della luce negli ambienti interni degli edifici, in osservanza delle leggi e dei decreti della nuova regolamentazione per il rendimento energetico nell’edilizia. I vetri a isolamento termico sono disponibili sia in versione monolitica che stratificata di sicurezza e temperata .

E’ consigliato l’utilizzo del vetro basso emissivo sia negli ambienti domestici che lavorativi visto che dalle finestre viene disperso il 22% di energia impiegata. Inoltre è dimostrato che sostituendo vetri tradizionali con vetri a isolamento termico, il costo per l’ incidenza delle dispersioni delle pareti vetrate ha una variazione che va dal 34% al 12%.

Particolari tipi di vetro basso emissivo è il vetro selettivo che svolge un’azione di filtro dei raggi solari, con riduzione dell’ irraggiamento e della trasmissione del calore esterno negli ambienti interni: nel periodo invernale trattiene il calore e nei mesi caldi lo riflette, con duplice funzione di isolamento termico e  controllo solare.

I vetri basso emissivi e selettivi risultano altamente performanti assemblati in vetrate isolanti (o vetrocamera). Installati in questa soluzione riducono notevolmente lo scambio termico per conduzione (contatto con aria) rispetto a vetri isolanti ottenuti con vetro semplice. Inoltre nella vetrate isolanti possono essere abbinati anche a vetri con altre prestazioni come a controllo acustico, a controllo solare o blindati.

Vetri a Controllo Solare

I vetri a controllo solare

I vetri a controllo solare sono disponibili in versione sia monolitica che stratificata di sicurezza. E’ noto infatti che spesso, l’innalzamento di facciate in vetro o l’utilizzo di finestre senza questi vetri speciali comporta un notevole aumento della temperatura dell’ambiente interno, causando un insostenibile disagio provocato dall’effetto serra. I vetri a controllo solare invece presentano una facciata trattata tramite la quale si ottiene una riflessione dell’irraggiamento solare. Questa caratteristica della lavorazione del vetro favorisce così una riduzione dell’apporto di calore e non toglie luce in entrata con un importante miglioramento del confort di abitabilità.

Oltre all’utilizzo legato al confort e all’estetica, i vetri a controllo solare contribuiscono a ridurre al minimo il funzionamento degli impianti di condizionamento, con conseguente diminuzione della produzione di CO2 e  dei costi di gestione, tutto all’insegna del risparmio energetico. Inoltre a seconda di come si lavora il vetro è possibile scegliere se privilegiare una buona illuminazione naturale all’interno dell’edificio o una trasmissione di luce più debole. Nelle zone più calde, questi vetri speciali sono applicati per ridurre l’apporto di calore solare e controllare l’abbagliamento, mentre in situazioni di clima temperato sono utilizzati per controbilanciare il controllo solare con un’elevata trasmissione di luce naturale.

I vetri a controllo solare vengono ampiamente impiegati nella costruzione Centri Commerciali e Direzionali e nell’edilizia residenziale in soluzioni come ampie facciate in vetro, finestre e porte in vetro o ampie verande.

I vetri a controllo solare risultano altamente performanti assemblati con altri vetri speciali in vetrata isolante (o vetrocamera). L’azienda è a tua disposizione per ogni dubbio e chiarimento su come questo tipo di vetro possa essere impiegato nelle zone esposte al sole della tua casa. Richiedici informazioni e un tecnico saprà darti un immediata risposta su come questi vetri speciali possono raggiungere il massimo delle loro potenzialità adattandoli alle forme e misure richiesti dal tuo ambiente.

Vetri resistenti al fuoco

I vetri resistenti al fuoco

I vetri resistenti al fuoco sono vetri speciali composti da varie lastre di vetro separate tra loro da un intercalare intumescente. Questo particolare tipo di gel in condizioni normali è trasparente alla luce. In caso d’incendio, il calore fa espandere l’intercalare, il quale si trasforma in una schiuma isolante che reagisce alla presenza del fuoco e ferma il divampare delle fiamme. Maggiore è il numero degli strati e più a lungo il vetro garantisce la protezione dal fuoco.  I vetri resistenti al fuoco oltre a proteggere da fiamme fumo e gas caldi, limitano la trasmissione di calore attraverso la superficie del vetro e sono omologati per soddisfare i requisiti delle norme Rei antincendio europee ed internazionali.

Alcuni prodotti come il vetro float semplice, il vetro stratificato e le vetrate isolanti standard non offrono alcuna significativa resistenza al fuoco poiché lo shock termico dovuto al rapido aumento di temperatura può causarne facilmente la rottura. Nella progettazione di edifici e facciate viene dedicata sempre maggiore attenzione alla protezione dal fuoco: l’aumento demografico e lo sviluppo incessante dell’urbanizzazione la rendono assolutamente necessaria soprattutto nelle abitazioni ancor di più negli uffici pubblici. L’azienda, la cui maggior premura è la protezione della salute del cliente, ma anche confort e design sviluppa vetri resistenti al fuoco multifunzioni, sia in facciate che in porte antincendio, per garantire oltre alla protezione dal fuoco e la sicurezza , il controllo solare, l’isolamento termico e acustico.

I nostri tecnici sono in grado di progettare spazi aperti e luminosi attraverso la messa in opera di vetrate certificate ed omologate che includono porte tagliafuoco, facciate esterne e vetrate interne a protezione dal fuoco realizzate in svariate dimensioni e design.

Se sei interessato non esitare a contattarci, invieremo un tecnico per un sopralluogo.  Dopo un accurata indagine logistica , ti  aiuterà a decidere qual è il vetro a protezione dal fuoco più adatto alle tue esigenze.

Vetri Stratificati Fonoassorbenti

I vetri stratificati fonoassorbenti

I vetri fonoassorbenti a isolamento acustico sono vetri stratificati composti da due lastre unite da un foglio di materiale plastico, uno speciale PVB ad alta attenuazione acustica. Questo tipo di PVB è più duttile rispetto al normale PVB ed è per questo in grado di assorbire meglio le vibrazioni provocate dai rumori provenienti dall’esterno degli edifici.

Lo stratificato fonoassorbente è una lavorazione studiata quindi per migliorare le prestazioni di isolamento acustico e creare degli ambienti confortevoli, a tutela della tranquillità dei locali di lavoro e domestici. Tutto questo nel rispetto delle norme e decreti che regolano in maniera precisa i valori di assorbimento acustico.

Questa principale caratteristica non esclude quella altrettanto importante che caratterizza tutti i vetri stratificati. Infatti i vetri fonoassorbenti garantiscono le stesse proprietà di sicurezza e resistenza alle effrazioni tanto da poter essere catalogati come vetri di sicurezza. A seconda della lavorazione, variando lo spessore del vetro e dell’intercalare, i laminati a isolamento acustico possono offrire una vasta scelta di applicazioni.

Il livello e il tono del rumore sono fattori fondamentali di cui tener conto in fase di progettazione. Proviamo a darne una breve spiegazione tecnica:

L’intensità dei rumori è definita dai decibel. Un livello sonoro confortevole nelle case non deve essere superiore ai 40 dB. Come riferimento prendiamo una strada molto trafficata che può raggiungere gli 80 dB. Tutti i vetri hanno un certo grado di isolamento acustico e sicuramente lo spessore è un requisito fondamentale. Un vetro monolitico da 6mm provoca una differenza tra il rumore esterno e quello interno di 32dB. Studi scintifici sulla massa indicano che raddoppiando lo spessore di un vetro float, il risultato dovrebbe essere un incremento di circa 4 dB.  A parità di spessore, il vetro stratificato fornisce un isolamento acustico superiore rispetto a un float di cirba 1 – 2 dB. I vetri fonoassorbenti permettono un incremento della prestazione acustica nell’ordine dei 2 – 3 dB rispetto ai normali vetri stratificati. Si tenga presente che un aumento  del potere fonoisolante di una vetrata nell’ordine di 3 dB, equivale ad un dimezzamento dell’intensità sonora percepita dal nostro orecchio. Le prestazioni massime si ottengono in vetrata isolante (o vetrocamera) dove a seconda degli spessori la prestazione acustica si può incrementare ancora, arrivando a differenze tra il rumore esterno e il rumore interno superiori ai 40dB.

In vetrata isolante, i vetri fonoassorbenti possono essere abbinati anche a vetri con altre prestazioni come a controllo solare, basso emissivi e blindati, raggiungendo delle prestazioni eccellenti.

 

Vetri Blindati

I vetri blindati

I vetri blindati sono vetri di sicurezza stratificati composti da tre o più lastre, unite tra loro su tutta la superficie mediante interposizione di una o più fogli di polivinilbutirrale (PVB), materiale plastico che per le sue caratteristiche di trasparenza ed elasticità rende queste tipologie di vetro particolarmente efficaci. In applicazioni specifiche, dove occorrono elevati livelli di resistenza e per limitare il rischio di lesioni dovute a frammenti di vetro dispersi, i vetri blindati sono composti da lastre in vetro temperato. Questi vetri di sicurezza  trovano largo impiego nell’edilizia ed in tutte quelle situazioni dove è richiesta protezione alle persone o alle cose, sia rispetto a rotture accidentali che a possibili azioni vandaliche esterne. Li troviamo in soluzioni come vetrine di negozi, arredi stradali, porte blindate con vetro, edifici e spazi con copertura in vetro.

A seconda delle esigenze è così possibile assemblare vetri stratificati con differenti tipi e spessori di vetro e differenti tipi e spessori di PVB che garantiscono al cliente una vasta scelta di soluzioni. Si possono arrivare ad ottenere varie categorie di vetri blindati a vari livelli protezione, da vetri antiproiettile a vetri anticrimine. La classificazione dei vetri antisfondamento è guidata dalla norma UNI 9186 che prevede più classi di resistenza. L’impiego di vetri di sicurezza come i vetri antiproiettile rientra in un settore altamente specializzato. Spetta al cliente accertare il livello di protezione richiesto.

I vetri blindati possono essere assemblati in vetrata isolante (o vetrocamera) dove, abbinati a vetri con altre prestazioni come quelli a controllo solare, fonoassorbenti e basso emissivi, vengono raggiunte eccellenti performance anche nell’isolamento acustico e termico. Si consiglia pertanto al cliente di rivolgersi all’azienda, che invierà un tecnico per determinare quale tra i vari vetri blindati risulti più adatto, per fornire il livello di prestazione auspicato in funzione del tipo di protezione necessaria.

Vetri Stratificati

I vetri stratificati

I vetri stratificati sono vetri di sicurezza realizzati unendo due lastre di vetro che aderiscono sull’intera superficie mediante un foglio plastico di polivinilbutirrale (PVB). Lo stratificato chiamato anche vetro PVB  è caratterizzato dunque dalla presenza della pellicola di PVB unita a sandwich con i due vetri. La composizione è poi scaldata a 70 °C e pressata con rulli per unire i materiali ed espellere l’aria. Ciò avviene tramite l’ inserimento del tutto in un’autoclave a temperatura e pressione costante, che provoca l’espulsione dell’aria e rende il prodotto trasparente.

Il vetro PVB è un vetro di sicurezza normalmente impiegato dove può verificarsi il rischio di impatto con persone, dato che in caso di rottura della lastra le dimensioni dell’apertura si limitano al punto di impatto, in quanto l’intercalare in PVB impedisce il distacco di pericolosi frammenti taglienti. Per aumentare la sicurezza è possibile unire anche due vetri temperati. Inoltre i vetri stratificati possono essere prodotti colorati in varie tonalità in modo da assere utilizzati anche in situazioni di privacy o relativamente alle più svariate esigenze.

I vetri stratificati sono utilizzati per molte applicazioni. A seconda di come il vetro viene lavorato e di come vengono assemblati a vetri speciali ne creano di fatto diverse categorie:

  • Vetri blindati: particolarmente efficaci in tutte quelle situazioni dove è richiesta protezione, sia rispetto a rotture accidentali che a possibili azioni vandaliche esterne, rispondendo ai requisiti della vigente normativa sui vetri antisfondamento.
  • Vetri stratificati fonoassorbenti: vetri con uno speciale PVB  intercalare plastico fonoassorbente che riducono i rumori all’interno degli edifici.
  • Vetri speciali a controllo solare: riducono l’apporto di calore solare non togliendo luce in entrata e migliorando il confort di abitabilità.
  • Vetri speciali basso emissivi: migliorano l’efficienza energetica degli edifici con importanti risparmi nelle spese di riscaldamento e garantiscono il passaggio della luce negli ambienti interni degli edifici.

In base alle richieste del cliente possiamo assemblare vetri stratificati speciali in grado di fornire prestazioni eccellenti e di soddisfare le più svariate esigenze. Grazie a queste soluzioni l’azienda fornisce servizi di altissima qualità sia a privati che ad aziende e  architetti.